Sei in Chirurgia Day Hospital > Piccola E Media >

Sindrome del tunnel carpale

Nell’ambito della chirurgia della mano Clinica M.E.D. offre svariati interventi legati alle patologie del sistema articolare. Il nostro medico specializzato in questa branca chirurgica, dopo aver individuato la natura della problematica, sia essa di tipo ortopedico, neurochirurgico, plastico-estetico, vascolare o reumatico, si muove verso il tipo di intervento necessario. Tra le patologie curate efficacemente grazie a moderni interventi di chirurgia della mano, è necessario segnalare la sindrome del tunnel carpale dovuta alla compressione del nervo mediano nel canale carpale del polso che colpisce in particolar modo le donne in età post-menopausale. Si caratterizza da un formicolio alle prime 3 dita della mano con difficoltà di presa, specie dei piccoli oggetti e deficit di sensibilità. La terapia per la sua cura comprende cicli di farmaci antiflogistici e antinevritici, tuttavia la soluzione chirurgica resta la più indicata in quanto risolve il problema compressivo ai nervi della mano in maniera definitiva. Tale intervento, di brevissima durata, comporta una piccola incisione cutanea al polso che viene chiusa con due piccoli cerotti e una medicazione da mantenere per circa 10 giorni.
Sindrome del dito a scatto
Altra disfunzione curata dal nostro esperto in chirurgia della mano, è il cosiddetto "dito a scatto", forma infiammatoria del tendine che mina la flessibilità articolare con relativo dolore e impaccio motorio, sino al blocco completo dell’escursione flessoria.
La terapia chirurgica è la soluzione particolarmente adatta a contrastare le forme più resistenti: il tendine viene liberato attraverso la sezione della puleggia, con una incisione chirurgica alla base del dito della mano. In casi particolari, è possibile trattare la patologia in endoscopia, eseguendo l'intervento attraverso due piccoli fori alla base del dito.
Malattia di Dupuytren
Presso il nostro Centro Estetico in Liguria. viene, inoltre, trattata grazie a metodiche all’avanguardia di chirurgia, la malattia di Dupuytren, familiare e degenerativa, relativa alla retrazione della fascia superficiale del palmo della mano che può colpire, in associazione, anche i piedi. Tale ispessimento anomalo del palmo della mano, nei casi più avanzati, rende sempre più difficoltosa - per non dire impossibile - la completa estensione delle dita, fino ad arrivare a una situazione di chiusura delle stesse. Particolarmente indicato qualora la funzionalità della mano sia compromessa, il trattamento chirurgico prevede l'asportazione del tessuto patologico con conseguente distensione delle dita. Purtroppo, è possibile che dopo l'intervento, in un periodo che può variare da alcuni mesi a molti anni, la malattia ricompaia.
Sei in medicina estetica, vai in: